fbpx

Rinite

Generalità della patologia

La rinite è un processo patologico della mucosa delle cavità nasali, il termine rappresenta un gruppo eterogeneo di patologie che va dal breve raffreddore su base virale, alla cronica rinite allergica in costante aumento nella popolazione mondiale.

Le forme croniche di rinite sono spesso associate a patologie bronchiali come l’asma.

rinite uomo old

Quali sono le cause

Le riniti possono essere causate da allergie, infezioni, fattori infiammatori non su base allergica, fattori ormonali, ambientali e farmaci.

La rinite infettiva, o raffreddore comune, è una rinite acuta epidemica dovuta a diverse varietà di virus respiratori che si trasmettono per contagio interumano attraverso le gocce di saliva. La rinite allergica è dovuta al contatto di allergeni prevalentemente inalatori che scatenano una reazione infiammatoria a livello della mucosa nasale e talora, contemporaneamente, anche a livello della mucosa congiuntivale e bronchiale. In base all’esposizione dell’allergene la rinite allergica può essere intermittente (pollini, allergeni animali) o persistente (inquinamento indoor da acari, derivati epidermici di animali e insetti o allergeni di origine vegetale).

Tra gli altri tipi più frequenti di rinite

Rinite non allergica

Detta anche “cellulare”, insieme alla rinite allergica costituisce – secondo una riconosciuta classificazione delle rinopatie – le riniti vasomotorie): la rinite non allergica a eosinofili (NARES), la rinite non allergica con neutrofili (NARNE) la rinite non allergica con mastcellule (NARMA) la rinite non allergica eosinofilo-mastocitaria (NARESMA).

Rinite ormonale

Come in gravidanza e pubertà, per uso di contraccettivi o estrogeni coniugati o in caso di disordini tiroidei.

Rinite indotta da farmaci

Come ACE-inibitori, beta-bloccanti, antiepilettici, neurolettici, farmaci antinfiammatori non steroidei, trattamenti locali con vasocostrittori.

Rinite crostosa

Rinite da inalazione di cocaina che determina una rinite crostosa e un’ischemia tissutale fino a provocare perforazioni del setto nasale e necrosi palatale.

Quali sono i sintomi e le complicanze

Sintomi più frequenti della rinite infettiva virale (raffreddore)

Ostruzione nasale

Rinorrea Sierosa

Starnuti

La rinorrea potrebbe diventare mucopurulenta per il sovrapporsi di un’infezione batterica. I disturbi gradualmente regrediscono e il raffreddore si risolve in una settimana circa, tranne nei casi in cui tende a cronicizzare o a dar luogo a complicanze come rinosinusiti ed otiti.

Sintomi della rinite allergica

Rinorrea Sierosa

Starnuti a salve

Ostruzione Nasale

Prurito Nasale

La rinite allergica intermittente ha dei sintomi che durano meno di 4 giorni a settimana o meno di 4 settimane, mentre nella rinite allergica persistente i sintomi durano più di 4 giorni a settimana e per almeno 4 settimane.

Si associano talora sintomi oculari (irritazione congiuntivale e lacrimazione) e bronchiali (tosse e broncospasmo).

I sintomi delle riniti non allergiche sono simili a quelli della rinite allergica persistente.

rinite diagnosi otorino

Diagnosi

La diagnosi di rinite allergica è possibile mediante esecuzione di test allergologici cutanei PRICK o dagli esami del sangue per ricerca di IgE specifiche. La rinite non allergica viene diagnosticata mediante esame citologico nasale, poiché i normali test allergologi risultano negativi. L’endoscopia nasale mostra in questi quadri di rinite la mucosa nasale pallida con ipertrofia dei turbinati.

Trattamenti e cure

Il raffreddore può giovarsi di trattamenti sintomatici tra cui analgesici, vasocostrittori, antistaminici e i lavaggi nasali con soluzione fisiologica, questi ultimi utili in quasi tutte le forme di rinite.

Il trattamento della rinite allergica lieve-intermittente consiste nell’allontanamento dell’allergene e dell’irritante, una terapia con antistaminici e un trattamento con decongestionanti nasali solo per pochi giorni. Per la rinite allergica persistente e per la rinite allergica intermittente moderata-grave si associa una terapia sintomatica locale con corticosteroidi nasali ed immunoterapia specifica, meglio nota come vaccino.

Le riniti non allergiche prevedono l’uso di steroidi topici nasali e antistaminici orali.

rinite trattamenti spray nasale

Bibliografia

  • EPOS 2020: development strategy and goals for the latest European Position Paper on Rhinosinusitis.
  • Fokkens W, Desrosiers M, Harvey R, Hopkins C, Mullol J, Philpott C, Alobid I, Anselmo-Lima WT, Bachert C, Baroody F, Bernal-Sprekelsen M, von Buchwald C, Cervin A, Cohen N, Constantinidis J, De Gabory L, Douglas R, Gevaert P, Hafner A, Hellings P, Joos G, Kalogjera L, Kern R, Knill A, Kocks J, Landis BN, Limpens J, Lebeer S, Lourenco O, Matricardi PM, Meco C, O Mahony L, Reitsma S, Ryan D, Schlosser R, Senior B, Smith T, Teeling T, Tomazic PV, Toppila-Salmi S, Wang DY, Wang D, Zhang L, Lund V. Rhinology. 2019 Jun 1;57(3):162-168. doi: 10.4193/ Rhin17.253.
  • European Position Paper on Rhinosinusitis and Nasal Polyps 2012 . FokkensW, Lund V, Mullol J, Bachert C, Alobid I, Baroody F, Cohen N, Cervin A, Douglas R, Gevaert P, Georgalas C, Goossens H, Harvey R, Hellings P, Hopkins C, Jones N, Joos G, Kalogjera L, Kern B, Kowalski M, Price D, Riechelmann H, Schlosser R, Senior B, Thomas M, Toskala E, Voegels R, Wang DY, Wormald PJ. Rhinology supplement 23: 1.298, 2012.
  • Progetto mondiale ARIA – Allergic Rhinitis and its Impact on Asthma – aggiornamento Italia 2019.
  • “Atlante di citologia nasale per la diagnosi differeziale delle rinopatia” di Matteo Gelardi . Edi. Ermes 2012.
  • Chirurgia Basi Teoriche e Chirurgia Generale. Renzo Dionigi. Elsevier. Quarta edizione. Capitolo: Naso e seni paranasali; P.Castelnuovo, F. De Bernardi.
COVID-19 cosa c'è da sapere su allergie, tosse e raffreddore