fbpx

Spray pre-dosati

Gli spray pre-dosati sono sistemi che erogano dosi prestabilite di farmaco attraverso un gas propellente (impropriamente conosciuti come “bombolette”); i tradizionali spray pre-dosati sono dispositivi portatili caratterizzati da un design del tipo “premi e respira”.

Premendo la bomboletta viene rilasciata una miscela di farmaco-propellente in quantità predeterminata, che poi si espande e si vaporizza lungo tutto il decorso delle vie aeree. Per evitare che la quantità di aerosol emessa venga alterata, bisogna innanzitutto ricordare che il dispositivo spray potrebbe dover essere agitato prima dell’erogazione, al fine di ottenere una miscela adeguata di farmaco e propellente.

L’atto di agitare vigorosamente lo spray predosato immediatamente prima di ogni singola erogazione, risulta di fondamentale importanza per i medicinali in sospensione e superfluo per quelli in soluzione. Per discriminare fra i farmaci in sospensione, che necessitano di essere agitati, e quelli in soluzione, che non necessitano di essere agitati, è sufficiente leggere con attenzione le istruzioni relative all’utilizzo del medicinale riportate nel foglio illustrativo, contenuto all’interno della confezione del medicinale.

Nei bambini, gli spray predosati devono essere sempre usati in combinazione con una camera di espansione che ottimizza l’inalazione della sostanza erogata.

aerosolterapia dispositivo spray

Bibliografia

• Position Paper: Aerosolterapia in età pediatrica. A cura delle Società scientifiche AIR, SIMRI, SIAIP; 2019.

• Berlinski A. Pediatric Aerosol Therapy. Respir Care. 2017;62(6):662-677.

• Pleasants RA, Hess DR. Aerosol Delivery Devices for Obstructive Lung Diseases. Respir Care. 2018;63(6):708-733.

• Stein SW, Thiel CG. The History of Therapeutic Aerosols: A Chronological Review. J Aerosol Med Pulm Drug Deliv. 2017;30(1):20-41.

• Ari A, Fink JB. Guidelines for aerosol devices in infants, children and adults: which to choose, why and how to achieve effective aerosol therapy. Expert Rev Respir Med. 2011;5(4):561-72.

COVID-19 cosa c'è da sapere su allergie, tosse e raffreddore